Il risotto ai funghi porcini

Un piatto sostanzioso per cominciare in piena forza l’autunno! La ricetta è semplice e, con qualche accorgimento, ancora più gustosa!

Difficoltà:
Tempo di preparazione: 45 minuti
Tempo di cottura: 45 minuti

Ingredienti per 4 persone:
350 gr. di funghi porcini freschi
1 bustina di funghi porcini secchi
360 gr. di riso carnaroli
2.5 lt. di brodo (vegetale o di gallina)
1 cipolla bianca di media grandezza
1 bicchiere di vino bianco secco
Prezzemolo
150 gr. di formaggio grana grattugiato
2 sottilette
1 noce di burro
1 pizzico di menta
Sale

Dopo aver preparato almeno 2.5 lt di brodo, decidendo se preferite fare un risotto vegetariano o meno, mettete i funghi secchi in poca acqua tiepida per 45 minuti.
Una volta che i 2 ingredienti più laboriosi in quanto a tempo saranno pronti, potete iniziare a preparare il vostro risotto.
In una pentola, meglio se antiaderente, preparate un fondo di olio con una noce di burro che farete sciogliere.
Unite al fondo la vostra cipolla bianca tritata finemente e fatela dorare con i funghi porcini freschi che avrete tagliato a spicchietti piuttosto sottili ed a quelli secchi con un po’ dell’acqua nella quale li avete fatti riavere.
Aggiungete a questo punto il riso già porzionato secondo la quantità desiderata e fatelo “tostare” per 3 o 4 minuti a fuoco medio alto, avendo cura di unirvi il vino bianco alzando al massimo lafiamma per farlo evaporare. Una volta evaporato il vino, spegnete il fuoco e lasciate riposare il riso per una diecina di minuti.
Trascorso il tempo necessario, riaccendete la fiamma a fuoco medio e fate cuocere aggiungendo un mestolo di brodo alla volta, regolate di sale e girate frequentemente.
Quando penserete che la cotturà sarà giunta al termine o quasi potrete unire al risotto il formaggio grana grattugiato e le due sottilette a fuoco spento. Coprite con un coperchio, attendete 5 o 7 minuti e servite con una spolverata di prezzemola tritato.



La cottura del riso è abbastanza difficile da individuare, per questo motivo molte aziende vendono risi che “non scuociono”. Vi consigliamo, anche per l’integrità nutrizionale del riso stesso, di non servirvi di risi privati di amido, a meno che non lo chieda espressamente la ricetta. Il risotto è per noi un piatto sacro che, se può permettersi il chicco separato con un sugo di pesce o verdura in generale, nella sua accezione di RISOTTO viene da noi considerato con la crema che viene formata dall’amido. Questa ricetta vi sarà utile ogni qualvolta vorrete preparare un risotto, basterà cambiare e soffriggere con le spezie che preferite le verdure che avrete scelto per ottenere sempre un otttimo primo piatto! Buon appetito!

Avete apprezzato il risotto ai funghi porcini?
Allora date un'occhiata alla lista di ricette che vi proponiamo qui sotto, siamo sicuri che ne troverete altre di vostro gradimento:

Farfalle con tonno e zucchine
Orecchiette in salsa di rucola e provolone piccante
Crema fresca di peperoni e pomodori
Fusilli al pomodoro e melanzane
Tagliatelle gustose ( ricetta vegetariana )
Tabbouleh ( tabulé ) estivo
Gnocchetti verdi in salsa di limone e grana
Garganelli all’uovo con funghi porcini
Farfalle al caprino e baccelli
Vellutata di cavolfiore
Reginette in salsa rosa
Conchiglioni provenzali
Risotto di zucca gialla, uvetta e gorgonzola
Scoglio alla carbonara
Cous cous vegetariano con tofu

 

Cucina e Ricette
Ricette, vini e menù di cucina italiana ed etnica




Pubblicità
sulle pagine di
Cucina e Ricette

Clicca qui!


Ricette veloci
Primi piatti
Secondi piatti


Ricette facili
Primi piatti
Secondi piatti


Ricette di pesce
Primi piatti
Secondi piatti


Ricette vegetariane
Primi piatti
Secondi piatti
Cucina italianaCucina etnicaCucina creativaRicette in libertàRubricheAlimentazioneCucina nel Web




Le ricette
più fresche

e i nuovi articoli, senza muovere un dito.
Clicca qui!
© 2004-2010 www.cucinaericette.it - Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale - Realizzazione: Influsso Web Agency Firenze

Questo sito non è una testata giornalistica con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. L’autore non ha alcuna responsabilità per i siti segnalti; il fatto che il sito fornisca dei collegamenti a siti esterni non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità.